Oggetto: Disposizioni inmateriadi prevenzionedell’allergia da polline di Ambrosia ArtemisiifoliaL.

IL SINDACO

Premessoche la piantaAmbrosia” siè notevolmente diffusa e che la dispersione del suo polline causa allergie stagionali che si manifestano con sintomatologie respiratorie nelle sue varie forme cliniche.

Considerato che:

- lAmbrosia è una piante infestante annuale che fiorisce traagostoe ottobre producendograndi quantitàdi polline;

-i luoghi preferenziali di crescita dellAmbrosia sono i terreni coltivati a cereali una volta effettuato il raccolto, i terreni incolti, le aree verdi abbandonate, le aree industriali dismesse, i cantieri edili lasciati aperti per lunghi periodi, i cigli stradali, le massicciate ferroviarie, gli argini dei canali, i fossi

ed in generale tutte le aree abbandonate, nonché i campi coltivati con semine rade quali girasole e soia.

Rilevato che

- l’abbandono delle aree succitaterisulta essereunodeifattoriprincipaliche contribuisce alla diffusionedellapianta;

-la manutenzione delle aree verdiedinparticolare losfalciodelle aree incolte puòimpedirela fioriturae conseguentemente la produzione di polline della pianta.

Datoattoche lAmministrazione comunale dispone l’esecuzione di interventi di pulizia e taglio per le aree pubbliche.

Ritenuto di dover disporre misure volte a limitare lulteriore diffusione di Ambrosia per prevenire linsorgenza di sintomatologie allergiche in soggetti non ancora sensibilizzati.

Ritenuto pertanto necessario adottare un provvedimento con efficacia limitata nel tempo, ovvero fino al termine del periodo di fioritura coincidente con i mesi di settembre-ottobre.

Vista la circolare della Regione Piemonte Prot. n. 6.499/A140A del 17.03.2016 avente per oggetto Prevenzione delle allergopatie da Ambrosia artemisiifoliaL. in Piemonte”.

Visto l’art. 50 del D.lgs.n. 267/00, che consente al Sindaco di adottare ordinanze contingibili ed urgenti al fine di prevenire l’insorgere di problematiche di tipo sanitario o di igiene pubblica a carattere esclusivamente locale.

ORDINA

1) Ai proprietari e/o conduttori di aree agricole non coltivate, di aree urbane verdi incolte e di aree verdi industriali dismesse, ai responsabili dei cantieri edili e stradali, agli amministratori degli stabili con annesse aree pertinenziali, ai proprietari di aree recanti depositi temporanei o permanenti all’aperto, ai proprietari di aree in genere non edificate,

ciascuno per le rispettive competenze di vigilare sull’eventuale presenza di Ambrosia nelle aree di loro pertinenza ed eseguire almeno uno sfalcio entro la terza decade di giugno.

2)Ai proprietari di aree con eventuale presenza di Ambrosia e di difficile accesso peril taglio, di trattare dette aree con idoneo diserbante.

INVITA

La cittadinanza ad eseguire nei mesi estivi una periodica ed accurata pulizia da ogni tipo di erba presente negli spazi aperti (cortili, parcheggi, marciapiedi interni) di propria competenza e/o di proprietà, a curare i propri terreni provvedendo all’eventuale semina di colture intensive semplici, come prato inglese o trifoglio, che agendo come piante antagoniste impediscono lo sviluppo dellAmbrosia Artemisiifolia L.

Linvio del presente provvedimento

- al Comando di PoliziaMunicipale

DEMANDA

AllUfficio di Polizia Municipale il controllo dell’esecuzione della presente ordinanza.

INFORMA

Che avverso il presente provvedimento quanti hanno interesse potranno proporre ricorso gerarchico al TAR Piemonte entro 60 giorni ed entro 120 giorni al Capo dello Stato, termini tutti decorrenti dalla data di pubblicazione del presente provvedimento.

La presente ordinanza verrà resa nota alla cittadinanza mediante la pubblicazione all’albo pretorio e sul sito internet comunale.

IL SINDACO

F.to Gian Franco VISCA

Questo sito utilizza cookie. Continuando a consultare COMUNE DI TROFARELLO, acconsenti all'utilizzo dei nostri cookie.